Jamaica +1 876-376 1851 - Italia +39 320 2227951

Top
Quando visitare la Jamaica • Babylon Explore
fade
3324
post-template-default,single,single-post,postid-3324,single-format-standard,theme-voyagewp,mkd-core-1.2.1,mkdf-social-login-1.3,mkdf-tours-1.4.1,woocommerce-no-js,voyage-ver-1.10,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-breadcrumbs-area-enabled,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,mkdf-fullscreen-search,mkdf-fullscreen-search-with-bg-image,mkdf-search-fade,mkdf-medium-title-text,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
Babylon Explore / Jamaica  / Quando visitare la Jamaica
16 Apr

Quando visitare la Jamaica

In Giamaica (o Jamaica) il clima è tropicale, con poche differenze di temperatura nel corso dell’anno (appena 3/4 gradi). Infatti in Giamaica fa caldo tutto l’anno e di fatto l’inverno non esiste, tanto che anche a gennaio le temperature assomigliano a quelle estive in Italia: le massime sono intorno ai 27/30 gradi, le minime intorno ai 20/23 °C. La costa meridionale, dove si trova Kingston, è leggermente più calda nei mesi invernali, tanto che la temperatura massima è di circa 30 °C, anche a gennaio. 

La differenza principale tra le stagioni sta nella piovosità e nell’umidità dell’aria: la stagione delle piogge, da Maggio ad ottobre, è piuttosto caldo e afoso. Le piogge avvengono soprattutto sotto forma di temporale, nel tardo pomeriggio. In quasi tutta la Jamaica, tranne nella costa ovest (v. Negril), a luglio c’è una relativa pausa nelle precipitazioni, e comunque si registrano due massimi, a maggio e ottobre, cioè all’inizio e alla fine della stagione piovosa. 

Le piogge sono legate anche agli alisei di nord-est, venti tipici delle regioni dal clima tropicale, che soffiano da novembre a marzo. Lungo le coste settentrionali della Giamaica le precipitazioni oscillano tra i 1.200 e i 1.800 millimetri l’anno. Le pianure e le coste meridionali sono meno piovose rispetto ai versanti settentrionali, perché sono riparate dagli alisei di nord-est dalle Blue Mountains e dalle alture meno elevate della parte centrale e occidentale del Paese, che ricevono molta pioggia e sono coperte da foreste (soprattutto le Blue Mountains nell’est e la parte meridionale della Parrocchia di Trelawny nell’ovest). La capitale, Kingston, non ha quindi un clima molto piovoso; anche le Pedro Plains nell’ovest sono poco piovose (intorno agli 800 mm all’anno). 

Ben diversa la piovosità nella costa settentrionale, ovvero nell’area di Portland, esposta agli alisei di nord-est, quindi sempre piuttosto ventosa. Lo si può notare anche dalle precipitazioni di Ocho Rios.
Qui addirittura c’è un massimo di piovosità nei primi mesi in cui soffiano gli alisei di nord-est, cioè a novembre e dicembre, quando il mare conserva il calore dell’estate. 

Da dicembre a marzo a volte l’isola è investita dal norte, un vento fresco dagli Stati Uniti che però ormai a questa latitudine non abbassa la temperatura più di tanto, quindi al massimo può portare un po’ di fresco nelle ore serali e notturne. 

Il mare è caldo tutto l’anno per fare i bagni: si va da 27 gradi da gennaio ad aprile, a 29 °C da luglio a novembre. 

Gli uragani

Nel periodo da luglio a Settembre la Giamaica può essere interessata dagli uragani, i cicloni tropicali dell’oceano Atlantico, che comunque sono più probabili tra luglio e Settembre. Alcuni uragani che hanno colpito in pieno la Giamaica, producendo danni ingenti, sono stati: l’«uragano della Giamaica» nell’agosto 1903, Charlie nell’agosto 1951, Ivan nel settembre 2004, e Dennis nel luglio 2005. 

Quando andare

Il periodo migliore per visitare la Giamaica nel suo complesso, sia che si intenda visitare le città e compiere escursioni, sia che si intenda fare vita da spiaggia, va da gennaio ad aprile. Infatti è il periodo in cui le piogge sono più scarse, e l’aria è meno calda. I mesi meno piovosi in assoluto sono febbraio e marzo, mentre dicembre è ancora molto piovoso nella zona più orientale e sui versanti settentrionali delle Blue Mountains (altrimenti, per il sud, andrebbe bene anche dicembre), ma non viene quasi toccata dal maltempo nella zona da Negril e costa Sud in quanto la zona è molto più riparata.

Cosa portare in valigia

Da novembre ad aprile: vestiti leggeri, una felpa per la sera; per la montagna, giacca e scarpe da trekking. Cappello per il sole, crema solare.
Da maggio a ottobre: vestiti leggerissimi, una felpa leggera e un impermeabile leggero per i temporali; una felpa o maglione per la montagna. Cappello per il sole, crema solare.

admin

No Comments

Leave a Reply: